“Solamente la contraddizione ci fa provare che non siamo tutto. La contraddizione è la nostra miseria, e il sentimento della nostra miseria è il sentimento della realtà. Perché non siamo noi a fabbricare la nostra miseria. Essa è vera. Per questo è necessario amarla. Tutto il resto è immaginario. Per essere giusti bisogna essere nudi e morti. Senza immaginazione. Per questo il modello della giustizia deve essere nudo e morto. Solamente la Croce non è suscettibile d’imitazione immaginaria” (Quaderni, vol III, 82)

                                                           Cosimo Schena